Logo Regione FVG

Pronto Soccorso

Il Pronto Soccorso, nell'ambito dell'organizzazione funzionale e aziendale, è una Struttura Complessa con la presenza di più di un centinaio di Operatori sanitari e socio sanitari (medici, infermieri, operatori socio assistenziali, barellieri, ausiliari, ecc.) che in turno prestano servizio nelle 24 ore.  La struttura del Pronto Soccorso ha il compito di prestare le cure immediate, o comunque urgenti e non rinviabili, a persone colpite in modo acuto da traumi o malattie che costituiscono o possono costituire un pericolo per l'integrità psicofisica o per la vita stessa. Si tratta quindi di situazioni d'urgenza rispetto alle quali non è possibile ricorrere tempestivamente al Medico di Medicina Generale o al Servizio di Continuità Assistenziale, notturna, prefestiva e festiva. 

Rientrano nel mandato della Struttura i seguenti punti:

  • Garantire la risposta a problemi di salute dei cittadini che necessitano di trattamenti urgenti.
  • Garantire le attività di diagnosi e trattamento in urgenza/emergenza di patologie internistiche acute quali insufficienze respiratorie e cardiocircolatorie, emergenze “metaboliche” e alterazioni dello stato di coscienza, intossicazioni e politraumi.
  • Partecipare al coordinamento delle attività d’Emergenza –urgenza indicate dalla pianificazione regionale, con particolare riguardo alla formalizzazione di percorsi assistenziali.
  • Garantire le attività didattiche universitarie previste dagli ordinamenti dei corsi di laurea in Medicina e Chirurgia, delle Professioni sanitarie e di specializzazione in Medicina d’emergenza/urgenza, Medicina interna, Cardiologia, Malattie infettive, Geriatria, Nefrologia e Chirurgia generale.
  • Realizzare attività di ricerca clinica.
  • Realizzare le attività previste nei piani di formazione aziendale e nelle convenzioni con ASUITs.
  • Contribuire alla valorizzazione, formazione e sviluppo delle competenze del personale.

Il Pronto Soccorso ha il compito di prestare cure immediate, o comunque urgenti e non rinviabili, a persone colpite in modo acuto da traumi o malattie che costituiscono o possono costituire un pericolo per l’integrità psicofisica o per la vita stessa. Si tratta di SITUAZIONI D’URGENZA rispetto alle quali non è possibile ricorrere tempestivamente al Medico di Medicina Generale o al Servizio di Continuità Assistenziale (ex Guardia Medica) notturna, prefestiva e festiva. 

dove siamo

vedi mappa
Visualizza
la posizione sulla mappa
vedi mappa

contatti

  • telefono:
    +39 0403992736 accoglimento
    +39 040 3992629 segreteria

sede

Via Giuseppe Lorenzo Gatteri 25/1
34125 Trieste (TS)

indicazioni stradali  (il link apre una nuova finestra)

contatti

  • telefono:
    +39 040 3994563 accoglimento
    +39 040 3994602 segreteria
    +39 040 3994567 osservazione temporanea
    +39 040 3994938 Assistenti di sala - informazioni 8:00 - 20:00

sede

Strada di Fiume 447
34149 Trieste (TS)

Il Pronto Soccorso di Cattinara è situato al terzo piano della piastra dei servizi e vi si accede: con veicoli motorizzati usare l’apposita rampa di salita che dalla Strada di Fiume arriva direttamente all’interno del Pronto Soccorso; per gli utenti che giungono a piedi dall’ingresso principale dell’Ospedale oltrepassare il cortile ed entrare attraverso la porta girevole, seguendo poi le apposite indicazioni.

indicazioni stradali  (il link apre una nuova finestra)

cosa facciamo

TRIAGE D’INGRESSO
Chi si rivolge al pronto soccorso viene valutato da un infermiere, che gli attribuisce un codice colore indicante l’urgenza: rosso (priorità assoluta), giallo (priorità elevata), verde (priorità bassa) o bianco (nessuna urgenza).
Ogni giorno interveniamo di norma per soccorrere nelle due sedi del Servizio (Cattinara e Maggiore) oltre duecento persone, e spesso un semplice ritardo potrebbe costare una vita. I tempi di attesa sono stabiliti in base alla priorità di urgenza. Per questo motivo, al Pronto Soccorso non si considera prioritario l’ordine di arrivo, ma la gravità del quadro clinico. 
Per evitare ritardi rischiosi per la vita di chi è in condizioni più gravi sono stabiliti 4 codici che individuano 4 livelli di urgenza:

CODICE ROSSO 
Casi di elevata criticità - Si accede subito. Gli altri dovranno attendere finché non viene prestato soccorso a chi si trova in immediato pericolo per la  vita.

CODICE GIALLO 
Casi a rischio - I pazienti con questo codice verranno quanto prima visitati dal medico. Hanno la precedenza sui codici VERDI e BIANCHI. 

CODICE VERDE 
Casi non a rischio - Vi siete rivolti giustamente al Pronto Soccorso, ma non presentate sintomi particolarmente preoccupanti e soprattutto non correte rischi gravi: sarete visitati e curati subito dopo i casi più urgenti.

CODICE BIANCO
Non necessita di cure  urgenti - Questo codice viene assegnato a chi ha bisogno di cure che potrebbero essere prestate anche altrove e in momenti diversi. Chi ha questo codice verrà comunque visitato e curato, ma solo dopo che il personale avrà prestato le cure ai casi più gravi. Chi riceve un codice bianco viene informato della possibilità di rivolgersi alle strutture alternative sul territorio. Per alcune prestazioni, come il trattamento di piccoli disturbi o l'effettuazione di esami specialistici, ci si può rivolgere direttamente alle strutture territoriali adeguate, evitando di affollare il Pronto Soccorso


COSTO DELLE PRESTAZIONI
Il medico del Pronto Soccorso può ricorrere, per una diagnosi migliore, a esami e consulenze specialistiche: ciò rientra, quando è giustificato da una vera urgenza, nei compiti di assistenza dovuta al cittadino, che pertanto non è tenuto a nessun pagamento. Nel caso invece di prestazioni eseguite per casi non urgenti, sarà dovuto il pagamento del ticket relativo.

 

L’OSSERVAZIONE BREVE INTENSIVA
Nei casi in cui non è chiara immediatamente la diagnosi o che necessitano di trattamento immediato, il paziente può essere trattenuto in osservazione per espletare indagini o eseguire terapia. A termine del periodo di osservazione il paziente può essere accolto o dimesso. 

I RICOVERI
Le prestazioni del Pronto Soccorso possono essere seguite dal ricovero. Il ricovero viene stabilito dal medico di Pronto Soccorso, tenuto conto delle indicazioni del curante, della documentazione clinica esibita dal paziente e delle indagini eventualmente effettuate in Pronto Soccorso. Pertanto, si raccomanda quando possibile di portare la documentazione clinica in Vostro possesso, o almeno la più recente (esami di laboratorio, radiografie, cartelle di ricovero) ogni qualvolta ci si rivolge al Pronto Soccorso. Spesso si tratta di elementi preziosi per giungere, con maggiore celerità e precisione, alla diagnosi corretta e quindi a stabilire le cure più opportune.

Per saperne di più

chi siamo

contatti

sede

Strada di Fiume 447
34149 Trieste (TS)

contatti

sede

Strada di Fiume 447
34149 Trieste (TS)
Ospedale di Cattinara -- 3° piano - Piastra servizi

Strutture collegate

Top